Inspire Cortometraggio contro i pregiudizi

Ecco a voi un bellisimo corto sul tema dei pregiudizi e l'esclusione sociale.
Dalla presentazione: In un mondo sempre più timoroso verso le culture e le idee diverse dalle nostre, riteniamo che sia importante celebrare l'impatto positivo della diversità e dell'immigrazione.
Non saremmo in grado di vivere se non fossimo riusciti a 'inspirare' l'aria... ma esiste un altro modo di 'i(n)spirare' che rende la vita veramente degna di essere vissuta.
Questo breve film è basato sulle nostre esperienze dirette di vita a Londra, uno dei luoghi più meticci sulla Terra.
Faremo il possibile per sfidare i molti problemi che le nostre comunità devono affrontare e far rispettare l'idea che ogni atto di bontà, non importa quanto piccolo, ne vale la pena.
Attraverso questo breve filmato, speriamo di 'ispirarvi'.
 

Come la diversità porta innovazione

"I dipendenti di imprese con diversità 2-D sono il 45 per cento più probabili di infondere una crescita della quota di mercato rispetto all'anno precedente e il 70 per cento più probabili nell’indicare che l'azienda ha catturato un nuovo mercato."
Ma che cosa è la diversità 2-D?
La diversità 2-D non è solo guardare all’etnia di una persona, ma anche prestare attenzione alle ‘esperienze etniche’ che ha avuto nella sua vita e nella sua carriera. Ha lavorato in un altro paese per un periodo di tempo prolungato? Ha collaborato con un gruppo di genere o di età diversi dal proprio?
Secondo questa ricerca, i dipendenti con molti di questi tratti combinati hanno un più alto potenziale di sbloccare l'innovazione all'interno della vostra azienda.
Purtroppo, però, il 78 per cento degli intervistati lavora in aziende che non dispongono di diversità 2-D nella leadership.

Qui il resto dell’articolo.

Diversità nel lavoro: basta assumere immagini di noi stessi

Abbiamo un disperato bisogno di cambiare il nostro modo di pensare. Questo inizia ad un livello di leadership. Stiamo allenando i nostri leader a diventare più consapevoli del loro pregiudizio inconscio nel momento di ingaggiare qualcuno. Rendendo i nostri dirigenti consapevoli di ciò che stanno pensando e facendo, si può lavorare per combattere questo.
Noi abbiamo la responsabilità di smettere di assumere immagini speculari di noi stessi. Questo inizia alimentando la consapevolezza. La diversità non è solo una questione a livello di superficie. Naturalmente dobbiamo considerare macro argomenti come le origini, il genere e la sessualità, ma è altrettanto importante cercare di migliorare la diversità a livello micro e di introdurre il talento di una più ampia gamma di culture, background, settori industriali e di business.

Qui il resto dell’articolo.

La diversità nella scuola è importante a New York

Il sindaco di New York Bill de Blasio ha firmato un disegno di legge martedì che richiederà alla città di rilasciare informazioni più dettagliate ogni anno circa la diversità delle sue scuole.
Nota come la legge sulla responsabilità della diversità nella scuola, richiederà alla città di rilasciare dati demografici relativi ai livelli di grado individuali e ai programmi all'interno delle scuole. Richiederà anche di tenere conto di tutte le misure che occorrano per far avanzare la diversità nelle scuole e nei programmi di tutta la città.
"Questo è un ulteriore passo avanti nei nostri sforzi per garantire che le nostre scuole siano diverse così come la nostra città e alla gente di tutte le comunità vivono, imparano e lavorano insieme", ha dichiarato de Blasio.

Fantascienza, per noi altri…

Qui il resto dell’articolo.

Diversità senza inclusione non significa molto

Come sapete, la diversità riguarda quanti volti di colore differente, quante persone di altra provenienza, il numero di persone diversamente abili o quanti membri della comunità LGBTQ sono nel tuo quartiere, la vostra azienda, la vostra scuola, il vostro consiglio di amministrazione o il vostro legislatore statale.
Mentre ‘più diversità’ è ovviamente meglio, è sempre più evidente che semplicemente basandosi sui numeri non significa creare una comunità o istituzione come dovrebbe essere.
La diversità è una cosa, ma l'inclusione è qualcosa di completamente diverso.
Cosa importa se hai un sacco di diversità se tutti non sono inclusi nel processo decisionale?
Se le comunità, le aziende, le organizzazioni non profit, le associazioni, fondazioni e i governi non includono le minoranze nelle discussioni critiche e li promuovono nei loro ruoli più importanti, non c'è inclusione. E senza le loro voci, ci mancano molte, davvero molte opportunità e nuove idee.

Qui il resto dell’articolo.

Il Pentagono abbraccia la diversità nell'esercito

Il Segretario della Difesa degli Stati Uniti Ashton Carter ha annunciato martedì, con le seguenti parole, che il Pentagono ha aggiornato la sua politica militare sulle pari opportunità: "Ed è per questo, oggi, che sono orgoglioso di annunciare che il Dipartimento della Difesa ha completato il processo di aggiornamento della sua politica militare sulle pari opportunità includendo l'orientamento sessuale, garantendolo dalle discriminazioni allo stesso modo con cui tratta la discriminazione basata su razza, religione, colore, sesso, età e origine nazionale.”

Qui l’intero articolo.

Tim Cook e Apple: i prodotti migliori nascono dalla diversità

Alla conferenza annuale mondiale degli sviluppatori di Apple, l'azienda ha presentato le sue innovazioni.
Ma il WWDC 2015 può passare alla storia come l'evento in cui due dirigenti - Jennifer Bailey, vice presidente dei servizi Internet, e Susan Prescott, un VP del marketing di prodotto - hanno parlato di tecnologia davanti ad un pubblico costituito principalmente da ingegneri di genere maschile.
Questo è degno di nota perché fino a Lunedi solo due donne avevano parlato durante una conferenza di questo tipo dal 2007 - e nessuna di loro aveva lavorato alla Apple.
Tim Cook sapeva che Bailey e Prescott avrebbero fare una buona impressione, dicendo all'inizio del suo intervento: "Questa conferenza degli sviluppatori continua ad essere l'epicentro del cambiamento, non solo per Apple, ma per l'industria."
Cook ha accusato la comunità tecnologica per la sua mancanza di diversità.
“Le aziende non hanno fatto abbastanza per mostrare ai giovani e le donne che la tecnologia è ‘cool’ e ‘divertente’”, ha dichiarato e ha aggiunto: “L'industria ha bisogno di più donne e di minoranze come modelli.”

Qui l'intero articolo.

Selfie per la diversità in Birmania

Con gli hashtag #myfriend e #friendship_has_no_boundaries (l'amicizia non ha confini) una campagna di selfie in Birmania promuove la tolleranza e l'amicizia per rispondere ai casi crescenti di odio, discriminazione e violenza lungo il paese.
La campagna su Facebook è guidata da giovani provenienti da Yangon, la città più grande della Birmania, e ha lanciato l’idea lo scorso aprile, chiedendo al pubblico di posare con dei selfies con i loro amici, che appartengono a diverse etnie o religioni.
Dal 2012, si sono verificati scontri intermittenti tra alcuni buddisti e minoranze musulmani nelle zone centrali, occidentali e settentrionali del paese, dove case sia buddiste che delle comunità musulmane sono state bruciate e migliaia di persone sono state sfollate.
La più grave violenza ha avuto luogo nel mese di ottobre 2012 nello stato del Rakhine, nella Birmania occidentale, dove musulmani Rohingya vivevano nei campi profughi vicino alla città di Sittwe. Il governo birmano considera i Rohingya come dei clandestini.
Allo stesso tempo, l'incitamento all'odio e alla violenza è stato diffuso online sui social media, creando un’atmosfera di intolleranza e razzismo.
Ecco un’immagine della campagna per dimostrare che le persone, in particolare i giovani, sono determinate a porre fine all'odio, mostrando rispetto e amicizia:


Qui il resto dell’articolo con altre foto.

La diversità nei poster

Il tema di quest'anno in occasione del contest di scrittura e poster del ‘Guelph and District Multicultural Festival’ è stato ancora una volta: “Vivendo insieme in un solo mondo. Promuovendo equità e valorizzando la diversità”.
Gli studenti provenienti da più di 20 scuole della zona e più di 55 aule locali hanno sottoposto idee per l'evento di quest'anno.
Ecco alcuni dei poster prodotti:




Belli, no?
E voi, quale preferite?

Qui l’intero articolo.