Bambina aliena

Ma non quelli che piovano dal cielo nei racconti o minino il nostro futuro tra gli effetti speciali dei film.
Quelli siamo noi travestiti, in realtà.
Gli extra umani che la nostra società si ostina a escludere dall’album familiare vivono accanto a noi, e come te sono in credito delle nostre scuse, come minimo.
Siamo noi i loro invasori.
Siamo noi il risultato di un’equazione innaturale, che comporta la cancellazione delle forme inaspettate.
Siamo noi, infine, che dimostriamo con i fatti di non appartenere alla terra che ci ospita.

Leggi il resto

Racconto sulla diversità a scuola

“Tuttavia, caro abitante della terra, il punto rimane. Dovresti impegnarti di più nel farci capire chi tu sia…”
“Chiaro, ho inteso, ma il punto, come dice lei, è proprio questo. Io sono un terrestre, quindi ho la pelle chiara, i capelli biondi e… sì! Ho gli occhi azzurri, come quell’attore… avete presente? Eh, no, ovviamente no…”
“Senti”, fa una compagna al primo banco voltandosi, facendo sobbalzare il nuovo alunno. “Come vedi io ho cinquantasei occhi a destra e cinquantasette a sinistra, colori delle pupille a casaccio e palpebre che si abbassano e si alzano a ritmo di samba. Facendo i debiti conti, comprenderai che sono leggermente strabica, ma sul mio pianeta è la norma, quindi, di che stiamo parlando?”

Leggi il resto

Brano per riflettere su internet

Sul serio credi che tali clamorosi colpi di stato digitali avvengano grazie alla gente comune, che è stanca, non ne può più, è arrabbiata, nessuno l’ascolta e altre brevettate e poi vendute amenità?
Avanti, ci hai pensato, ammettilo, perché sai benissimo che non sia roba affatto nuova, è già successo: dai un megafono a un tizio scaltro e senza scrupoli e più il volume è alto e altrettanto creerà divisione tra povero e povero.
E la divisione è un bene.
Già che ci siamo, vogliamo vuotare il sacco del tutto?

Leggi il resto

Donne coraggiose: Marielle Franco

Conta, invece, le donne e gli uomini diventati vecchi da giovani, perché la vita del prossimo più sfortunato era troppa da sopportare.
Contali e guardali.
Non sono mai stati soli.
Non sono mai stati tanti come oggi, in strada, nel cuore di chi rimane.
E’ questa la magia che non capisci e, ottusamente, sottovaluti.
Tutto ti sembra compiuto.
L’esito si colora di sangue e rabbia, tutta dalla stessa, solita parte.
Eppure, non passerà giorno che tra quelle ceneri, le ali forgiate nel coraggio più tenace, quello fuso con l’amore, di una indomita fenice dall’anima spiccatamente umana, prenderanno forma e la battaglia per i diritti mancanti ricomincerà.

Leggi il resto

Brano sui social network

Vede, io non sono uno di quelli che va su internet per rimorchiare…
Certamente, mi rendo conto, ma noi abbiamo pensato a tutte le tipologie, s’immagini. Ecco perché è con sincero orgoglio che vado a illustrarle il nostro fiore all’occhiello.
Cos’è?
Le spiego subito. Lei sa bene che i vecchi social network sono pieni di profili fasulli, che a loro volta gestiscono migliaia di utenze fake, e che le vendono al miglior offerente. Come risultato, abbiamo una miriade di gruppi e pagine piene di followers inesistenti, che però gli garantiscono popolarità e addirittura autorità. Ebbene, noi siamo oltre, perché noi siamo veri, non fake.

Leggi il resto

Brano su animali e piante a rischio

E questi insistono, mi parlano degli animali, delle piante.
Quali animali? Chiedo. Quali piante?
I leoni, le tigri, gli elefanti? Le barbabietole? Gli spinaci?
Davvero?
Ma secondo voi, perché dovrei cambiare il mio stile di vita, rinunciando all’auto e magari smettendola di tenere tutto acceso in casa, dal computer alla tv, passando per lo stereo? Perché muoiono i panda?!
Anche qui, le ragioni sono comuni e popolari.
Siamo onesti, d’accordo?
Primo, chi mi dice che sia vero ciò di cui blaterano? Che prove ho che gli animali muoiano proprio per colpa mia? Perché lo afferma qualche professorone radical chic?

Leggi il resto

Giornata mondiale narrazione 2018 con i Narratori della Pace

World Storytelling Day 2018

Con gli
Storytellers for Peace
(Narratori per la Pace)

Il World Storytelling Day (Giornata mondiale della narrazione) si celebra ogni anno intorno al 20 marzo.
Il tema deciso per il 2018 è Wise Fools (Saggi pazzi).
Dopo la poesia Se, di Rudyard Kipling, il progetto Imagine per la Giornata internazionale della pace, i video per la Giornata mondiale dei diritti umani e per il World Storytelling Day 2017, oltre a quello per la Giornata Internazionale della Nonviolenza sempre dello scorso anno, ecco il nuovo lavoro degli Storytellers for Peace (Narratori per la pace).
Dieci artisti da tutto il mondo raccontano le loro storie intorno alla saggezza dei folli.
I narratori, come consueto artisti provenienti da diversi paesi, ci regalano le loro storie nella rispettiva lingua d’origine (con sottotitoli in Italiano e Inglese):





Info: http://www.storytellersforpeace.com/

Brano del populista e il dittatore

“E poi il terzo punto, fondamentale.”
“Sarebbe?”
“Una volta eletto, devo capire meglio chi sono i miei nemici.”
“Per me è facile, sono un dittatore, quindi i miei nemici sono i democratici.”
“In teoria dovrebbero essere anche i miei, ma nella pratica…”
“In che senso?”
“No, niente, è solo che dalle mie parti le cose sono un po’ più confuse, quindi mi baso sui fatti.”
“Ovvero?”
“I miei nemici sono quelli e solo quelli che davvero mi rendono la vita difficile.”
“E una volta individuati?”

Leggi il resto

Racconto sull'ascolto

Allora, entro, gli chiedo di abbassare la musica, e gli dico se ha un momento per me. Lui non batte ciglio, lo prendo per un sì e mi seggo sul bordo del suo letto, mentre mi fissa schifato come se stessi lordando di sterco il suo sacro regno. A ogni modo, approfittando del suo silenzio, ho cominciato a parlargli del mio ragazzo. Oh, neanche due secondi che parte con i suoi te l’avevo detto, io lo sapevo, s’era capito dall’inizio, ma ovviamente sta parlando di lui.
Di chi?
Di lui, se stesso, di Mirko, perché lui parla sempre di sé, perché non ascolta mai, perché nessuno ascolta nessuno, e vai, e vai…

Leggi il resto

Brano sul razzismo in Italia oggi

Si passa da prima gli Italiani, ognuno a casa propria, noi non siamo razzisti perché abbiamo anche il senatore nero razzista, ecc., a noi non siamo razzisti come voi, ma ci stiamo lavorando e un ministro nero noi ce l’avevamo, ma poi abbiamo capito che non buca lo schermo, e così via.
Questa folle e posticcia controversia intorno al nulla è la sintesi delle rispettive campagne elettorali che ci conduce alle osservazioni seguenti, le quali si fondano sui numeri, cioè i fatti, indiscutibili e inopinabili.
Nel paese democratico, al netto dello straniero invasore, degli aventi diritto di voto (51 milioni di cittadini, l’84% della popolazione totale di 60,5 milioni di persone), si è presentato alle urne il 73%, ovvero circa 37 milioni...

Leggi il resto

Brano per riflettere: mi piace pensare

Fine della guerra, fine delle violenze, fine dei massacri, fine, infine, di ogni abominio tollerato, là fuori.
All’esterno dell’ingenuo rimedio che chiamo pensiero.
Ciò che mi piace, altresì, è il diritto di pensare a ciò che mi piace, che diviene talvolta dovere, nelle giornate meno ottimiste.
Perché altrimenti, non potrei scriverne, e molti altri, ben più pratici del sottoscritto, non avrebbero potuto trovare l’ardire di metter fondamenta al di sotto di quei benedetti castelli svolazzanti.
Così, mi piace pensare, dicevo.
Mi piace pensare, a questo punto del racconto...

Leggi il resto

Storia sulla diversità: sono diverso

Di seguito, in ordine sparso, sono diverso da Giovanni, con quel pizzetto grigio. Io non ho un capello bianco neppure per stress, diciamolo, anzi, scriviamolo sui muri come se fossi uno sbarbatello insozza città. Non ho mai buttato una carta in terra, figuriamoci se mi metto a sporcare i palazzi, cribbio.
Capisci? Oh… dico a te, capisci?
Sono diverso da Antonietta, con quel mento aguzzo, io non ho nulla di appuntito, neppure le orecchie, al contrario di Silvano, che mi sembra il signor Spock, mi sembra.
Sono diverso anche dalle gemelle alla reception, due al prezzo di una, con quei dentoni scavalca labbra modello coniglio strafottente...

Leggi il resto