Articolo sulle elezioni in Italia 2018

C’era una volta la democrazia.
Per molti, la democrazia è il voto.
Ovvero, il diritto a mettere una crocetta.
Sotto o sopra il nome o il simbolo, non ti sbagliare, altrimenti, niente voto.
E, per condizione necessaria è sufficiente, per tanti vuol dire niente democrazia.
O forse no.
Forse vale solo in un senso, di solito dal basso verso l’alto.
Come storia suggerisce, giammai il contrario.

Leggi il resto

Brano sul razzismo: nessuno è mai stato un colore

Le sue speranze per un civile compromesso e la sua fede nelle possibilità dei molti, erano meravigliosamente racchiuse in un sol corpo, ricoperto di una carnagione che parlava a tutti, soprattutto ai silenziosi buoni che abitano copiosi le zone più intolleranti del mondo.
Anche Gandhi non era un colore, ma un gesto di grado zero e infinito al contempo, nel rimanere immobile, indomito e tenace laddove i vili aggressori si facciano forza l’un l’altro per opprimere e umiliare le note più vulnerabili del pentagramma vivente...

Leggi il resto

Brano di fantascienza: il passeggero

Così, me ne sono tornato a casa afflitto, ma poi, dandomi il classico buffetto sul capo, mi son detto: come ho fatto a non arrivarci prima? Dev’essere un’anomalia del sistema! Tra l’altro, come mai non ho pensato alla spiegazione più semplice?
Già, signore, ha ragione. Ciò nonostante, siamo qui. Quindi cominciamo con il suo nome…
Ne ho parlato anche in chat con gli amici virtuali e in chat con gli amici reali, che poi, non ho ancora compreso appieno la differenza, ma nessuno di loro mi ha risposto, come se non mi sentissero. Ma lei mi sente, giusto?

Leggi il resto

Brano sulla guerra: quando si parla di te

Allo stesso modo, nel momento in cui si parli di voi, donne maltrattate e trucidate, assisterete a processioni colorate di hashtag puntuali e profili dall’avatar solidale, di testimonial emozionati ed emozionanti testimonianze.
Ma, laggiù, nel tassello più in basso del mosaico di umana convivenza, nel preciso istante in cui vorrete aiuto e magari avrete anche la forza di chiederlo, guardatevi attorno e fate preziosa memoria di chi verrà in soccorso...

Leggi il resto

Video storia sui virus di oggi

Cosa sono i virus oggi?

I virus sono le star e i vip, i famosi reali e quelli posticci, i leader costruiti e quelli manovrati, gli ammirati e i seguiti, che malgrado non esistano davvero nella vita di chi guarda, invadono i nostri occhi e le nostre menti con la loro effigie resa sacra dall’adorazione virtuale, taroccata con mano abile e chirurgica. Non si limitano a frenare immaginazione e ambizione verso un modello reale, ovvero se stessi.
Le cancellano del tutto...


Articolo contro le armi: cosa abbiamo imparato

Cosa ci hanno lasciato i meravigliosi epitaffi delle speciali donne e uomini che hanno dato la loro stessa vita per la pace degli abitanti della pagina seguente.
Cosa abbiamo pensato, nel momento in cui le evidenze della tragedia umana ci han toccato personalmente, trasformandoci da semplice pubblico in attori protagonisti.
Allora, cosa ci suscita ascoltare gli aspiranti leader a guida del paese mentre parlano e straparlano, dimostrando con i fatti di non avere alcuna propensione a ricordare e più che mai imparare dal presente, se non dal passato...

Leggi il resto

Brano per riflettere: Non in vendita

Hanno altresì alta considerazione per lo Stato e le opere pubbliche, non sporcano le strade e i marciapiedi, fanno attraversare le vecchiette e quando passeggiano con il cane raccolgono a tempo debito la me…
Scusi…
Sì?
Dura ancora molto?
Be’, lei ha chiesto il pieno, no?
In effetti.
Bene, proseguo più spedito, okay?
Grazie.
Allora, dicevo, nel mondo occidentale non esiste il fanatismo religioso, neanche il terrorismo e, soprattutto, la famiglia naturale è il centro della comunità, dove vige amore assoluto e rispetto reciproco...

Leggi di più

Brano sulle donne: mia madre

Neppure alla parola fine, al fatidico punto, alla crudele porta chiusa e alle spalle voltate dall’unica porzione d’umanità concessa.
Il mio e il tuo non sono mai stati destini da podio.
Non raccontiamo storie da prima pagina.
Non siamo stati costruiti per l’Olimpo.
E’ una mera questione di fisica degli orizzonti.
C’è chi è stato immaginato per puntare gli astri e bruciare ali e scrupoli anche solo per sfiorarne l’intenzione.
Non siamo noi.

Leggi tutto

Articolo su fascismo e antifascismo in Italia

Basare la propria concezione del prossimo semplicemente per ciò che si è letto più volte su un social network ci definisce degli ignoranti creduloni.
Sparare a delle persone disarmate vuol dire comportarsi da vigliacchi.
Sfogare il proprio odio sul primo che capiti è la conseguenza dell’essere pieno di ottusa rabbia, null’altro, giammai affezione per il tuo paese.
Coltivare l’ossessione di avere a tutti i costi un nemico da cui difendersi giorno e notte si chiama paranoia...

Leggi il resto

Favola sull'amore nel futuro: soli

Dario, ha consegnato la pratica ventisei?
Non ancora, ingegnere.
Razza di inutile lumaca, ma per cosa pensi che ti paghi? Per poltrire davanti al computer?
Non osare rivolgerti in questo modo al mio Dariuccio, buzzurro di un pelato con le orecchie a sventola!
Non ha le orecchie a sventola…
Cosa dice delle mie orecchie, Dario?
No, scusi, ingegnere, è che ho digerito male, stanotte…
Si che ce l’ha, hai visto che si è offeso?
Silenzio, cazzo!
Come si permette, Dario?!
Scusi, ingegnere, mi perdoni, non dicevo a lei!
Guardi, Dario, la tengo d’occhio e alla fine del mese farò i miei conti.
Hai visto che hai combinato, razza di imbecille?
Non posso vedere, Dariuccio, ma solo sentire.
E allora come fai a sostenere che il mio capo virtuale abbia le orecchie a sventola e sia per giunta pelato?
Perdonami, è che quando ti offendono mi arrabbio.

Leggi il resto

Brano sulle elezioni in Italia 2018

I corridori concentrati sulla fatidica tornata con maggiori chance di vincere non mancano mai di spiegare ai cittadini come intendano affrontare tale sciagura, la quale ci pone al terz’ultimo posto in Europa, sopra solo a Grecia e Bulgaria.
Per verificarlo è sufficiente ancora una volta controllare i megafoni digitali dei futuri, possibili amministratori della patria.
Andate tranquilli, attendo...

Leggi di più

Favola sulla diversità: solo tra i simili

Solo tra i simili.
Potresti partir proprio da qui.
Magari evitando di alimentare la pervicace ossessione popolare per il tratto comune e provando a non ignorare la congenita peculiarità.
Il tassello che manca all’umano mosaico, l’unica ragione di nascita, in effetti.
Potresti però, come spesso accade, ritrovarti talmente disabituato all’empatia per l’unicità, da non riuscire a riconoscerla neppure rimirandola allo specchio.
Nondimeno, con l’abito affine e il taglio di capelli conforme.
Potresti illuderti di aver vinto...

Leggi ancora

Storia sullo Spam

A ogni modo senti questa, che poi è sempre la stessa da giorni… a quanto pare stavolta la cifra è minore, solo ottocentomila euro, see… magari, con tutti i debiti che abbiamo fatto, sarebbe proprio una manna dal cielo.
Che hai fatto, Carlo, sei tu che hai voluto acquistare l’auto nuova e sempre tu hai fatto installare i condizionatori in ogni stanza e ancora tu hai…
Ho capito, non serve che me lo ricordi tutte le volte. Senti che dice, poi… la tipa della quale sarei erede è defunta in Ucraina e aveva ricevuto, una volta in pensione, la suddetta donazione...

Leggi di più

Brano sulla povertà: video con sottotitoli in inglese

Storie sulla povertà: quando i poveri ci vedono, video con sottotitoli in Italiano e Inglese

Quando i poveri ci vedono per la prima volta, non perdono più prezioso tempo in parole e gesti privi di fondamento.
Gli occhi si fanno testimoni, costruiscono memoria, definiscono con la retta precisione il passato e il presente, e finalmente indicano il futuro con la concretezza che merita.
Di conseguenza, da quell’istante, parole e gesti saranno diversi e saranno in molti ad accorgersene...


Non dimenticare di iscriverti al canale e mettere mi piace, grazie!