Favola sulla diversità: solo tra i simili

Solo tra i simili.
Potresti partir proprio da qui.
Magari evitando di alimentare la pervicace ossessione popolare per il tratto comune e provando a non ignorare la congenita peculiarità.
Il tassello che manca all’umano mosaico, l’unica ragione di nascita, in effetti.
Potresti però, come spesso accade, ritrovarti talmente disabituato all’empatia per l’unicità, da non riuscire a riconoscerla neppure rimirandola allo specchio.
Nondimeno, con l’abito affine e il taglio di capelli conforme.
Potresti illuderti di aver vinto...

Leggi ancora

Commenti