giovedì 23 febbraio 2017

giovedì 26 gennaio 2017

Teatroterapia e Logopedia: le categorie

Uno degli aspetti su cui si lavora più spesso, soprattutto nei Disturbi Specifici di Apprendimento, è la facoltà di categorizzare, ovvero riconoscere un insieme di elementi simili per caratteristiche comuni ed elaborarli entro strutture significative. La mente, attraverso questo processo, organizza e divide le informazioni. Questa abilità ci permette di recuperare informazioni dalla memoria, laddove sia necessario, e dedurre conseguenze su di esse. Il bambino che allena la suddetta abilità può trovarsi a organizzare e catalogare un insieme di parole o di immagini o di giochi, seduto alla scrivania. Grazie all'ausilio del teatro, invece, ci siamo ritrovati ad effettuare questo training attraverso il corpo, il nostro strumento preferito.
Come esercizio, nel gruppo di bambini di una scuola elementare, tutti con DSA, nomino un capo e gli dico che d'ora in poi sarà il regista: noi faremo tutto ciò che ci dirà. Quindi, dato un ambiente scelto a caso, ad esempio il bioparco, il leader assegna a ciascuno di noi un personaggio da interpretare (ovviamente un animale, in questo caso) e solo quando avrà terminato la distribuzione dei ruoli tutti noi potremo incominciare a recitare, improvvisando verso e azione dell'animale dato. Pertanto questo training implica anche la memoria di lavoro e l'inibizione: ognuno deve tenere a mente l'animale da interpretare e non si può cominciare finché il regista non ha finito e non ha dato il via. Quando finalmente inizia l'improvvisazione, ne nasce una gran confusione e molte risate, ma ciascun bambino ha rispettato la consegna e ha lavorato su questi tre ambiti con il corpo e la voce, divertendosi insieme agli altri.
  
Cecilia Moreschi
Leggi altri racconti e articoli su Teatro e Logopedia

Guarda anche: 

venerdì 9 dicembre 2016

Narratori per la Pace in un nuovo video sui diritti umani

Ecco il nuovo video dei Narratori per la Pace (Storytellers for Peace).
La Giornata dei Diritti Umani viene celebrata ogni anno il 10 dicembre.
Nove narratori provenienti da tutto il mondo raccontano storie sui diritti umani (con sottotitoli in italiano e inglese):




In ordine di apparizione:
Beatriz Montero (Spagna)
Jozé Sabugo (Portogallo) 
Cecilia Moreschi (Italia)
Hamid Barole Abdu (Eritrea) 
Enrique Páez (Spagna)
Sandra Burmeister G. (Cile)
D.M.S. Ariyrathne (Sri Lanka)
Suzanne Sandow (Australia)
Alessandro Ghebreigziabiher (Italia)

"Storytellers for Pace" (Narratori per la Pace) è una compagnia internazionale di narratori che creano storie collettive. Artisti e racconti provengono da tutto il mondo e parlano di pace e diritti umani. Il progetto è stato creato ed è coordinato da Alessandro Ghebreigziabiher, scrittore, narratore, attore e regista teatrale.
Sito web: http://www.storytellersforpeace.com
Facebook: https://www.facebook.com/StorytellersforPeace

venerdì 2 dicembre 2016

Canzone sulla diversità Video Simple Plan Perfectly Perfect

Un meraviglioso video e una canzone altrettanto bella del gruppo franco-canadese dei Simple Plan.
 

Dal testo tradotto:
Tu potresti non pensare di essere una top model
Ma a me appari come qualcuno
Preferisco avere la tua foto sul mio telefono
Che sulla copertina di una rivista
E' difficile pensare che una ragazza come te
Potrebbe avere insicurezze
E' divertente che tutte le cose che cambieresti
Sono tutte quelle che mi piacciono...





Guarda anche:




giovedì 24 novembre 2016

Vantaggi della diversità nel lavoro

Cercare di aumentare la diversità sul posto di lavoro non è uno slogan privo di senso, si tratta piuttosto di una buona decisione negli affari. Un rapporto McKinsey del 2015 basato su 366 aziende pubbliche ha rivelato che quelle nella percentuale superiore per diversità etnica nella gestione mostrano il 35% in più probabilità di avere ritorni finanziari al di sopra della media nel rispettivo settore e quelle per diversità di genere il 15% in più.
In un'analisi globale di 2.400 aziende condotta da Credit Suisse, le organizzazioni con almeno un membro del consiglio di genere femminile hanno prodotto rendimenti più elevati sul patrimonio netto e una maggiore crescita del reddito netto rispetto a quelli che non hanno avuto alcuna donna.
Negli ultimi anni, un gruppo di ricerca ha rivelato un’altra sfumatura della diversità sul posto di lavoro: i team non omogenei sono semplicemente più intelligenti. Lavorare con persone diverse da noi può sfidare il vostro cervello a superare i nostri modi di pensare e affinare le prestazioni
.

Articolo completo sull’Harvard Business Review.


Guarda anche: Libri su storie vere, Libri sulla diversità, libri sul razzismo, libri sulla diversità per ragazzi e bambini, libri sul razzismo per ragazzi e bambini, libri sull'adolescenza e romanzi surreali per ragazzi