Articolo su bambini scomparsi

Io l’ho perduta.
Noi l’abbiamo perduta.
E l’accezione più orrenda, ovvero, lei ha perduto noi.
Già, eccola l’inaccettabile condivisione che ci lega da sempre.
Il vuoto, non il pieno.
Le mani bramose, giammai le tasche piene.
Desiderio, fervente sogno, insopprimibile aspirazione.
Tutto fuorché la cassaforte stracolma di vanità del riccastro di turno.
Io ti trovo, sentì esclamare da lontano la piccola Qifeng più di vent’anni addietro.

Leggi il resto

Commenti